PinePhone? E che cos’è!?

Ciao a tutti!

Iniziamo la rubrica dedicata al PinePhone con questo titolo, visto che è la domanda più posta da chiunque ne abbia sentito parlare da me.

Pine64: una pigna per amico (dell’open source)

Tutto iniziò… da una pigna! Pine64 è una start-up nata nel 2015, inizialmente conosciuta come Pine Microsystems. Pine64 inizialmente produceva unicamente SBC, ma poi decisero di tentare qualcosa di più, qualcosa in cui altri avevano fallito: un cellulare che potesse far girare un qualsiasi sistema operativo basato su ARM! E vi chiederete voi “che ha di diverso rispetto a tutti gli altri telefoni già prodotti e miseramente falliti?”

Il PinePhone

Il PinePhone è un dispositivo che, nel mondo Android, verrebbe considerato di fascia medio/bassa. CPU AllWinner A64 con frequenza di 1.152GHz, 2Gb di RAM (3 nella versione convergence), schermo HD da 5.95″, sensori vari ed eventuali, modem fino a 4G (con supporto VoLTE), WiFi A/B/G/N (niente AC e niente 5GHz), fotocamera posteriore da 5MPx e anteriore da 2MPX, slot per MicroSD con espansione fino a 256Gb (da tenere presente che il cellulare è pensato per avviare il sistema prima dalla SD Card, se presente e con un OS installato, e successivamente dalla eMMC) e infine batteria rimovibile con form factor Samsung J7 2015 (mi raccomando, 2015).

Leggendo queste specifiche tecniche uno potrebbe pensare che sia un telefono di fascia bassa, ma qui non stiamo parlando di Android e questo non è un telefono per chi non vuole smanettare: tutti e 17 gli OS disponibili girano molto bene e in maniera fluida, sopratutto considerando il fatto che gli OS basati su GNU/Linux girano bene su qualsiasi piattaforma (se si sa dove mettere le mani per ottimizzare).

Io personalmente l’ho preso nella versione UBPorts, che è stata la prima community edition, con board v1.2. “Che cavolo stai dicendo?”, penserete voi: ogni versione del PinePhone, così come di altri prodotti targati Pine64, arrivano non solo con correzioni software, ma anche hardware. Per esempio, la v1.2a, minor upgrade della 1.2 in mio possesso, hanno corretto un problema ai VCONN responsabili dell’OTG/HDMI (e fortunatamente esiste un fix anche per le revisioni precedenti. Spoiler: potete fare anche con delle pinzette o un cacciavite piatto, occhio solo a non rovinare i contatti o a danneggiare la SBC!).

Tutto questo era per dire: a differenza di altri telefoni che sono miseramente falliti, qui abbiamo developers e Pine64 che collaborano insieme allo sviluppo del telefono, oltre al fatto che tutti i developers, anche di OS diversi, che collaborano tra di loro per rendere i vari sistemi il più funzionali possibili!

Non solo PinePhone

Come detto prima, Pine64 non si occupa unicamente di PinePhone. E neanche di SBC. Nel suo listino troviamo anche un PC (basato sempre su una loro SBC): il PineBook Pro. Purtroppo non avendolo non posso riportarvi una recensione oggettiva, ma sentendo in giro da amici posso assicurare che è ben fatto (e che la batteria dura molto). In più ha sempre una CPU ARM! Infine abbiamo altri 2 prodotti: il PineTab e il PineTime. Come si evince dal nome il primo è un tablet e il secondo uno smartwatch. Quindi che aspetti? Questo è lo store e se credi che un telefono GNU/Linux possa interessarti questa è l’occasione giusta per farci un pensiero!

Detto questo anche questo articolo è concluso. Ci vediamo al prossimo!

Ora diversa, contenuto diverso!

Rispondi